test

Mario Squitieri

Mario Squitieri nacque a Napoli I'11/10/1900, dove si è spento il 13/08/1968. Di nota e illustre famiglia di avvocati e magistrati, superò non ancora ventenne gli esami di procuratore legate, laureandosi in Giurisprudenza l'anno successivo. Esercitò per 47 anni con successo la libera professione di avvocato civile-commerciale. Docente di Diritto negli Istituti Medi Superiori, scrisse apprezzate monografie giuridiche e fu brillante pubblicista, collaborando a molti quotidiani, periodici e riviste forensi. Ricoprì per molti anni la carica di componente le Commissioni Distrettuali e Provinciali delle Imposte. La classe forense napoletana lo elesse cinque volte Componente dell'Ordine degli Avvocati e Procuratori, all'interno del quale, dal 1948 al 1950, fu nominato Consigliere-Segretario, con la Presidenza di Porzio, componente Enrico de Nicola. Fu attivo ed intelligente organizzatore del 2° Congresso Nazionale Giuridico Forense di Napoli del 1949, ricevendo ambiti riconoscimenti per la sua opera, da Vittorio Emanuele Orlando e Piero Calamandrei. Fece anche parte, in qualità di Segretario, della Speciale Commissione dell'Ordine Forense presieduta da Enrico de Nicola, per gli emendamenti al progetto di legge della Cassa di Previdenza degli Avvocati, contribuendo poi anche in seguito concretamente all'Istituzione della Cassa stessa. Partecipò con interessanti relazioni ed interventi a numerosi congressi nazionali forensi, ultimo dei quali fu quello svoltosi a Bari nel 1963 sulla professione forense nel Mercato Comune Europeo. Ricoprì cariche amministrative per delega dell'Amministrazione Comunale. Per meriti professionali fu insignito delle onorificenze dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro e di Grande Ufficiale al Merito della Repubblica, conferite "motu proprio" dal Capo dello Stato.